pensare a…….. prevenire le alluvioni ;) love sardegna love aquila/BLACK OUT IERI SERA AD ONEGLIA

pensare a son le 09.15 di mattino  fuori piove e non…… 😉  mi prendo una pausa  dal mio lavoro.. oggi porto i vasi di strelizie in serra… faticaccia…. il mio pensiero però corre alla sardegna….. al aquila… a tutte quelle terre martoriate in italia e ormai son davvero tante…. quello che manca da noi è la cultura della terra…. come si puliscono i canali per l’acqua… il come si costruiscono e dove le case… se penso e vedo i vecchi paesini..   penso a dove venivano costruiti e come… già  io scrivo male….. e a volte penso troppo…. ma ogni anno …. c’è un terremoto….un alluvione di troppo…. e faccio a chi non paga le tasse… pensi che col pagaggio delle tasse… …. ore 12.o1  finito di portare in serra i vasi di strelizie.... penso ad esempio che se si facesse una canaletta di scolo in via s.agata… la mia strada non sarebbe sempre un fiume in piena.. si deve imparare da chi in passato aveva manutenzione di strade e fiumi….  si deve e si può coi soldi di chi evade quelle tasse da pagare… ” cercatemi su fb son guido guglielmi(guido arci camalli)  do una persona normale  … che vorebbe un italia senza tragedie e alloviuni o terremoti VEDI L’AQUILA…. 

😉

ed ora notizie su imperia u.u

BLACK OUT IERI SERA AD ONEGLIA

azz che culo…..   

 

daje aver coraggio di fare satira e cose serie  u.u  

😉

daje  daje

mito motteran mito my idol  u.u 

Annunci

4 pensieri su “pensare a…….. prevenire le alluvioni ;) love sardegna love aquila/BLACK OUT IERI SERA AD ONEGLIA

  1. WEB 3 Ciò è importante soprattutto per portare avanti un discorso politico,creando la piazza virtuale, una novità di grande interesse nel solipsismo di vite che non trovano più spazi comuni per una condivisione di intenti,mentre il consumismo e il liberismo tendono ad appiattirle in una massa senza nome. Questo è certamente un progresso della democrazia,della libertà di parola,di informazione,di apprendimento… A differenza delle enciclopedie illuministiche che avrebbero dovuto divulgare la conoscenza come strumento politico di parificazione sociale,i blog adempiono ad un altro scopo: permettono al pensiero di articolarsi in modo dialettico, compito non facile per chi non è abituato a sintetizzarlo in modo efficace e non sa discutere con qualcuno che la pensi diversamente,ma utilissimo come esercizio quotidiano che finisce col migliorare l’espressione,l’uso delle parole e quindi del pensiero stesso,la forza incisiva,il desiderio di farsi capire,l’amor proprio,il pensiero che si fa volontà. Come in uno specchio, il blog rimanda l’immagine sempre più chiara di se stesso,precisa l’identità di ognuno,la mette alla prova nel confronto con gli altri,confronto che può essere molto duro ma in cui uno può crescere e imparare anche da un punto di vista di carattere.Per cui oltre che informativo il web può essere formativo,una scuola di vita come un’altra. E proprio per questo la frequentazione di un blog può attirare molto come una palestra dove ci si cimenta ma anche dove si creano squadre,in una trasformazione e auto trasformazione continua che è essa stessa scuola di democrazia. Si pensi inoltre a quanta gratuità c’è nell’attività sul web,non solo migliaia di persone che,in maniera del tutto gratuita,mettono a disposizione la loro competenza informatica,ma anche l’apporto di quanti mettono sul web ogni sorta di informazione,nozione,patrimonio culturale ‘regalato’, secondo quell’economia del ‘dono’ che Latouche ritiene fondamentale per una società futura.

  2. VENE VARICOSE In Italia oltre il 25% delle donne adulte soffre di vene varicose, un disturbo che tende ad aggravarsi nei mesi caldi. Le vene hanno pareti sottili e possono quindi cedere con maggiore frequenza. All’interno delle vene ci sono delle valvole, detto a nido di rondine, che impediscono il reflusso sanguigno verso il basso. Se però i vasi non riescono più a contenere e a sostenere il plasma, questo ritorna indietro formando delle sacche stagnanti, le varici appunto, che possono ingrossarsi fino a formare dei grovigli bluastri: i gavoccioli. Cosa fare Per le gambe gonfie potete fare un pediluvio di incenso. Questa pianta ha proprietà lenitive e stimola la circolazione. Il castagno d’india invece tonifica la circolazione. È l’ingrediente di molte pomate decongestionanti da applicare sulle gambe gonfie. Puoi provare anche la tintura madre. L’ippocastano è efficace anche sul metabolismo epatico, principale responsabile del drenaggio del sangue proveniente dall’intestino e dalla parte bassa del corpo.

  3. Emerson O. Hampton

    ciao satana,per il raduno ok ,sai dove mi trovo quindi se è nei paraggi o poco più in la si potrebbe fare,avverti con anticipo,faccio i turni (purtroppo da 23 anni)e quindi mi devo organizzare.se fai altre uscite fallo sapere, anche in mezzo alla settimana si può fare un giro anche solo per conoscersi.poi i posti doc ce li svelerai quando ci sarà più confidenza…scherzo!!io non sto uscendo però penso che in settimana una passeggiata me la faccio. x emanuele:ci sei stato alla macchia di gianni? ciao a tutti e buona domenica , sopratutto a chi non lavora!

  4. La sindrome di Churg-Strauss è una malattia rara, con 2.5-7 casi per milione in Italia. Rara ma insidiosa, capace di provocare dei micro-infarti e mortali blocchi renali. Prende il nome dal patologo americano (polacco di nascita) Jacob Churg (1910-2005), e dalla patologa americana (tedesca di nascita) Lotte Strauss (1913-1985), che nel 1951 inquadrarono al meglio la patologia in questione. Parliamo di una vasculite sistemica dei piccoli vasi, avente la caratteristica di una granulomatosi necrotizzante e quella di una vasculite eosinofila.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...