no alla mafia ad imperia….. in satira/Le foto dei bambini massacrati a Gaza non piacciono a Facebook/

volata auto nel fiume  …… … impero

 

 

 

ehm satira is libertà………….. ieri movida al arci camalli……… e a the dreamers ……….

ma ovunque per me yeas  ……………..

notix imperia….. seriose 

IMPERIADEGRADO:”PORTE, FINESTRE E LAVANDINI…A 

Imperia. Continuano le segnalazioni in merito a situazioni di disagio relative all’abbandono di rifiuti accanto ai bidoni della spazzatura. Una nostra lettrice ha infatti contattato la redazione di Imperiapost per denunciare il degrado in via Eugenio Costamagna:

“Questa è la situazione attuale in via Eugenio Costamagna ed in particolare nell’ultima area ecologica presente sulla stessa. Situazione che ho fatto già presente via mail a Polizia Municipale e Tradeco; risposte? ZERO! Come sempre d’altronde! neanche il solito provvederemo quanto prima…ed il tutto corredato da foto proprio per fare più chiara la situazione disastrosa.

” si fà bene a denunciare…………… ma poi il lamento e tipico  ligure…. presto pulirò ancora……… e FREE SIRIA FREE …. FREE PALESTINA FREE “

😉

 

Le foto dei bambini massacrati a Gaza non piacciono a Facebook

Le foto dei bambini massacrati a Gaza non piacciono a Facebook
luglio 09
19:052014

Che il maggior social network del mondo, Facebook , sia molto discusso per quanto riguarda le forme di controllo e risaputo. Spesso e volentieri gli utenti denunciano il fatto che qualcuno interviene nelle bacheche censurando immagini sgradite. Al contrario profili di ispirazione neonazista, omofoba, xenofoba difficilmente vengono cancellati.
Nelle ultime ore, chi ha postato la fotografia (che per la cronaca non è quella che pubblichiamo) di tre bambini uccisi dalle bombe di Israele, ha avuto l’amara sorpresa di vedersele cancellate. Facebook insomma censura un fatto di cronaca terribile, rimarcando il fatto che finché usi lo strumento per comunicare con gli amici, per baccagliare, per “cazzeggiare” non ci sono problemi. Anzi diventi utile per indagini di mercato. Sconcertante comunque che ogni forma di libera informazione, di condivisione, viene cancellato definitivamente mentre foto del genere dovrebbero essere divulgate, condivise il più possibile affinché l’opinione pubblica si renda conto della carneficina che è in atto in Palestina. Chi è dietro a Facebook, e, cancellando e censurando, non fa altro che coprire dei crimini contro l’umanità.

FONTE

Circa 547.000 risultati (0,79 secondi)

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...