Agnesi, sciopero prolungato a venerdì e Burlando tratta con Colussi/Teatro Lo Spazio

cmq movida

😉

siempre MOVIDA  

😉

In via ospedale venerdì 31 ottobre i commercianti organizzano la festa di halloween, a partire dalle h 16.00.
La via sarà addobbata ed un sottofondo horror accompagnerà i visitatori, che troveranno mostri, TRUCCABIMBI, la zingara coi tarocchi, degustazioni di tisane magiche ed altre bontà dai negozi di alimenti, tutto gratuitamente. Le zucche esposte, intagliate ed illuminate dai commercianti alla fine verranno regalate al pubblico.
La giornata inizierà con la caccia al tesoro per i bimbi alle h 15.30 a cura della libreria Mondadori, intorno alle h 16.30 esibizione dei FLAUTONAUTI (ragazzi della scuola di flauto) ed a seguire sfilata di capoeira.
Via ospedale oggi offre una scelta di negozi molto varia e di qualità, e vuole promuovere il piccolo commercio di imperia con iniziative semplici che coinvolgano i clienti allietando i loro momenti di shopping

E SAVE AGNESI IMPERIA

Agnesi, sciopero prolungato a venerdì e Burlando tratta con Colussi

Giornata importante questa di oggi per l’Agnesi. Durante un’assemblea organizzata nel pomeriggio dai sindacati, si è deciso di prolungare lo sciopero, che doveva finire domattina alle 6, almeno fino a venerdì, sempre alle 6 del mattino. Giovedì infatti i manager della Colussi sono attesi all’Unione industriali dove dovranno ribadire gli impegni presi in precedenza, e cioè mantenimento della produzione per tutto il 2016 con il ricorso alla cassa integrazione. In caso contrario i sindacati potrebbero decidere di proclamare uno sciopero a oltranza. Intanto ieri sera il Governatore Claudio Burlando ha fatto tappa a Imperia dove ha incontrato il sindaco prima di recarsi al presidio dei lavoratori davanti allo stabilimento. E Burlando ha dato una notizia importante: la settimana prossima ci sarà un incontro in Regione con Angelo Colussi, patron dell’omonimo Gruppo e dell’Agnesi.

ancora in sciopero forza agnesi forza forza….

non mollate….. non mollate mai

Giovedì 30 ottobre

ore 20.45

Biblioteca Civica di Piazza De Amicis.

ApertaMente organizza la presentazione del libro di Roberto Settembre

 “Gridavano e piangevano- La tortura in Italia: ciò che ci insegna Bolzaneto”. 

Oltre all’autore partecipano Vittorio Coletti, docente di Lingua Italiana all’Università di Genova,  e Riccardo Ferrante, docente di Storia del Diritto della Facoltà di Giurisprudenza di Genova e Imperia.

Roberto Settembregiudice di Corte d’Appello, ora in pensione, è stato l’estensore della sentenza sui fatti della caserma di Bolzaneto, adibita a carcere temporaneo durante il G8 di Genova nel luglio 2001.
Nel suo libro, Settembre ricostruisce meticolosamente gli orrori e i soprusi di quelle giornate: l’arrivo, i pestaggi, gli insulti, le umiliazioni, e ancora le botte che subirono quelle 277 persone fermate a Genova delle quali, peraltro, solo 4 furono riconosciute colpevoli  nel successivo processo per reati di devastazione e saccheggio.

Per le violenze di Bolzaneto non ci sono immagini ma  “solo” i referti medici e i racconti di chi scelse di testimoniare al processo. Per questa ragione il giudice racconta quello che ancora potrebbe sembrare incredibile per un Paese democratico e si unisce con forza alle voci che chiedono che il reato di tortura venga finalmente introdotto anche nel nostro Codice Penale, dopo 26 anni che la Convenzione dell’Onu ha imposto l’adeguamento delle legislazioni nazionali.

Dopo il giudizio definitivo della Corte di Cassazione, dei 42 imputati del processo di Bolzaneto 7 furono condannati e 14 assolti. Per tutti gli altri i reati vennero dichiarati estinti per prescrizione, fatte salve le responsabilità civili.

Nel commentare le vicende del G8, Ennio Di Francesco, ufficiale dei Carabinieri e poi funzionario della Polizia di Stato, tra i promotori negli anni ’70 del Movimento democratico di Polizia, ha dichiarato “In quegli eventi ( ferma restando l’assoluta condanna giuridico e sociale per il criminale e vile comportamento di black bloc e altri provocatori ) è stata fatta violenza non solo alla città e ai suoi cittadini, ai dimostranti irruenti o pacifici, ma anche all’Istituzione Polizia nel senso più nobile e alla generalità dei “tutori dell’ordine” che ogni giorno rischiano la vita per la libertà di tutti.

La partecipazione è libera e aperta a tutti.

g8manifesto

 

 Teatro Lo Spazio, Via Locri, 42 .  00183  Roma  0677076486 – 0677204149  info@teatrolospazio.it      –         www.teatrolospazio.it

Teatro Lo Spazio, il teatro “off” più “in” della capitale (E.T.)

___

E’ in preparazione la seconda parte della stagione teatrale, gennaio/giugno 2015 per le tue proposte: info@teatrolospazio.it o 0677076486 (15,30-20)

2015 per le tue proposte: info@teatrolospazio.it o 0677076486 (15,30-20)

TEATRO LO SPAZIO
Roma, Via Locri, 42 (una traversa di Via Sannio)

direzione Artistica Alberto Bassetti  Francesco Verdinelli

prenotazioni 0677076486   0677204149   info@teatrolospazio.it

 Graziano Piazza in uno degli  spettacoli che hanno fatto la storia del teatro civile

DRECK, “SCHIFO”

di Robert Schneider

con Graziano Piazza

a cura di Cesare Lievi

in scena al Teatro Lo Spazio solo dal 27 al 29 ottobre 2014 alle 20,45

Per prenotare: 06 77076486 – 0677204149 (15,30/20) o via mail scrivendo a  info@teatrolospazio.it  biglietto intero 12 euro biglietto ridotto 7 euro

 

 Teatro Lo Spazio, Via Locri, 42 .  00183  Roma  0677076486 – 0677204149  info@teatrolospazio.it      –         www.teatrolospazio.it

Teatro Lo Spazio, il teatro “off” più “in” della capitale (E.T.)

___

E’ in preparazione la seconda parte della stagione teatrale, gennaio/giugno

TEATRO LO SPAZIO
Roma, Via Locri, 42 (una traversa di Via Sannio)

direzione Artistica Alberto Bassetti  Francesco Verdinelli

prenotazioni 0677076486   0677204149   info@teatrolospazio.it

 Graziano Piazza in uno degli  spettacoli che hanno fatto la storia del teatro civile

DRECK, “SCHIFO”

di Robert Schneider

con Graziano Piazza

a cura di Cesare Lievi

in scena al Teatro Lo Spazio solo dal 27 al 29 ottobre 2014 alle 20,45

Per prenotare: 06 77076486 – 0677204149 (15,30/20) o via mail scrivendo a  info@teatrolospazio.it  biglietto intero 12 euro biglietto ridotto 7 euro

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...