SAVE AGNESI IMPERIA IN PRESIDIO/ solidarietà a chi non può aiutare a ventimiglia /Netturbini in sciopero: in 200 al corteo di protesta a Imperia

fonte

 

Gianni il Malvagio

 

per solidarietà a chi non può aiutare a ventimiglia

basta fogli di via… basta violenza… basta repressione.. fateli andare in francia…. PER ME SOLIDARIETà a chi subisce.. a chi non può dare una mano… ai migranti… che non vogliono rimanere in italia… in queste ore… e giorni… ventimiglia.. e sotto assedio.. ripeto appello pacifico… e non violento… fate migrare.. le persone…

e ora i migranti… son in marcia come scritto su riverapress

(versione corretta) Appel / appello : bisogno di gente a sostegno e per testimoniare adesso col i migranti in manifestazione a Ventimiglia direzione Francis. Sono bloccati dalla polizia. Minaccia di deportazione. Besoin maintenant de soutien et vigilance pour les migrants a Vintimille en manif direction. france . risque de déportation à Nouveau

 

erano in diretta rai 3…. tgr… regionale fateli entrare in francia vi prego

 

I migranti rifiutano il pasto della Caritas sono ora seduti lungo 

ma la situazione e in evoluzione di minuto in minuto… fateli andare in francia…. e basta vi prego fogli di via… a chi vuole aiutare a migrare … ora basta … ve ne prego

BASTA FOGLI DI VIA … BASTA… NON DIALOGO… SE HO OFFESO CHIEDO SCUSA…. CMQ OGGI PRESIDIO ANCHE PER L’AGNESI IMPERIA…

 

 

 

 

IMPERIA SAVE AGNESI… IMPERIA….
NOTIX IMPERIA….

Netturbini in sciopero: in 200 al corteo di protesta a Imperia

Circa duecento lavoratori, con bandiere delle sigle sindacali, e muniti di fischietto. Sono quelli appartenenti al settore ambiente, netturbini arrivati da tutta la provincia per lo sciopero indetto da Cgil, Cisl, Uil e Fiadel che si è concretizzato a Imperia in un corteo partito intorno alle 9,30 da piazza Ulisse Calvi. La manifestazione è proseguita lungo via Bonfante e poi si è snodata lungo viale Matteotti per approdare in prefettura. Una delegazione ha incontrato il prefetto Silvana Tizzano a cui è stato chiesto di farsi interprete a livello governativo dei problemi della categoria. L’iniziativa di protesta è legata al mancato rinnovo del contratto, scaduto oltre due anni fa. Ma in ballo c’è altro: «Stiamo battendoci per i nostri diritti che rischiano di essere calpestati- spiega Antonio Franza, vice segretario provinciale della Fiadel, e che lavora all’Amaie di Sanremo – Vogliono abolire gli articoli che tutelano i nostri posti di lavoro, cancellarli per una scelta politica che non condividiamo in nessun modo. Siamo stanchi di contratti che non ci rappresentano». Gli stipendi di un netturbino variano a seconda del livello di anzianità e di mansioni: si va dai 1200 ai 1600 euro. Tra i «cahiers des doleances» anche gli straordinari: «Siamo contrari – ammette Franza – Più opportuno sarebbe incrementare le assunzioni». Controparte dei sindacati di categoria, oltre al Governo, sono Assoambiente e Utilitalia.
“LAVORO PER TUTTI”

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...